Come diventare Fashion blogger, tre consigli

Come si diventa Fashion blogger, tre consigli che ti aiutano a sviluppare i tuoi potenziali per guadagnare e divertirsi con la passione  della moda. Il o la Faschion blogger non è altro che una persona che ha tre qualità, e riesce a integrarle, per raggiungere l’obiettivo che si è prefissato.

Fashion blogger

Chiara Biasi, nota Fashion blogger

Nel dettaglio un Fashion blogger, deve prima di ogni cosa capire la moda, deve saper scrivere e avere dimestichezza con internet. Se facciamo 100, peserei un buon 60% il primo punto, al saper scrivere darei un 30% mentre lascerei il 10% alle competenze internet.
Prima di addentrarci nei tre punti chiave, vorrei farti capire in quale mercato stai entrando.
Molti si chiedo ma è possibile guadagnare scrivendo di moda su un blog?
E quanto si guadagna?
E come si fa a guadagnare con un Fashion blog?
Prendiamo in esame due blog di moda e capiamo insieme quanto possono fatturare. Mi limito ad analizzare quanto questi fashion blog possono generare dal punto di vista di inserzioni publicitarie di adsense, non entro in merito al fatturato sviluppato vendendo spazi publicitari ad aziende, o a fatturati derivati da annesse pagine e-commerce. I dati relativi alle pagine viste sono di libero dominio e il calcolo è stato fatto secondo la mia esperienza di conversione in click.
The Blonde salad di Chiara Ferragni, un blog ben fatto e pubblicizzato, ha un traffico giornaliero di circa 7.000 pagine viste, questo genera entrate per circa 18.000 euro anno.
Sabrina Musco di Freaky Friday: ha un traffico di circa 2000 pagine viste al giorno, questo genera fatturato di circa 7.000 euro anno.

Chiara Ferragni Fashion Blogger
Rispondendo al secondo punto, un blog per essere redditizio deve generare un traffico di almeno 1500 pagine viste al giorno. Il guadagno deriva dalle inserzioni publicitarie di adsense, dagli spazi publicitari che riusciamo a piazzare (quando si ha una massa critica di follower, saranno le aziende stesse a cercarti).  In seguito se si è abili si può creare un negozio online.
Interessarsi di moda, questo è il punto principale, capire le masse, osservare come la gente si veste, dare consigli, recensire abiti e accessori, seguire le sfilate. Devi cercare di crearti una identità riconosciuta, un personal branding. Per creare  la tua identità inizia con i social networks, ed in particolare Istagram. Istagram è un mezzo versatile e facile da usare, e la cosa più importante genere moto traffico, da indirizzare sul tuo blog. Nella bio non possono mancare il tuo nome, un paio di parole su ciò che fai, l’indirizzo email, e ovviamente l’url del tuo blog. Se stai cercando di spingere particolarmente un’altra piattaforma di social media, includila nella bio.

 

 

Se ti riconosci in questo sei sulla buona strada per diventare una Fashion blogger.

Altro punto fondamentale è quello di saper scrivere, questo pesa un 30 % anche perchè bene o male uno riesce a mettere alcune frasi una dietro l’altro con un senzo compiuto, o male che vada far correggere un testo, ha un costo davvero irrisorio. Importante comunque scrivere con un linguaggio leggero e che crea interesse, specialmente nelle prime 10 righe.
Il terzo punto quello che pesa meno, ma fondamentale per supportare i primi 2, sono le conoscenze internet. Ho dato un peso del 10% perché è quello dove potrai avere tanto aiuto dal sottoscritto per realizzare il tuo Fashion blog di successo.

 

Pia

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Tumblr

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *